Donne con le scopette

Scopette di saggina, corte, senza manico. Abbinate ad una paletta semovente per raccogliere la spazzatura.

Sia a San Pietroburgo che a Mosca ci si imbatte per le strade in donne con quelle mezze scope di antica saggina che si muovono con sguardo a radar per catturare in quelle palette anche il più piccolo pezzetto di carta cartoccio o altro che osi guastare la pulizia e l’ordine di strade e piazze. Con uno strano grembiule che le distingue a mò di divisa, vanno di qua e di là, instancabili. Una si adoperava con insistente destrezza a togliere dalle rotaie del tram un po’ di terriccio o polvere che vi si era annidato

Insomma. Perchè la prima cosa che ti salta agli occhi è la pulizia pubblica? Non ci sono scritte, né scarabocchi, ne’ lattine per terra. E nemmeno cestini traboccanti rifiuti. Semmai di notte passano le autobotti con grandi getti d’acqua.

I nostri occhi così abituati alle zozzerie romane possono soltanto diventare tristi. Anzi, arrabbiati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...