Consolazioni

Dopo una bella abbuffata di arrabbiature, indignazioni, malinconie, arrivano due belle consolazioni.

La  festa  di compleanno di  una piccola grande donna e il bell’incontro in libreria con un prezioso amico,   acuto e  vulcanico  nello scrivere e nel pensare.

La piccola grande  donna ha compiuto in allegra serenità la bellezza di 99 anni. Ho detto novantanove. Lei, Giovanna Marturano vedova Grifone a suo tempo soprannominata Grifoncina, non ha nulla che  faccia  assonanza con quel nome. Se mai fa pensare a un passerotto col profilo di bambina. Quei novantanove anni così lucidi, così attivi, visti anche nel filmato che ce la mostra qualche giorno fa in una scuola  romana. Lei che svolge il filo del passato per legarlo al presente. Ha sul tavolo le vecchie foto, quelle che incantano sempre i ragazzi, ma anche un giornale  recentissimo, riconoscibile da una foto di operai in marcia di protesta. Intorno ci sono  tanti  bei volti di ragazze e ragazzi,  rapiti e commossi da quei racconti e da quella persona.

Alla  festa dei  novantanove anni cosa pensereste di aspettarvi dalla protagonista? Il taglio della torta, le poche parole di rito? Niente affatto. O non solo. Lei  ha i suoi grandi fogli protocollo, dove con la bella calligrafia di una volta, a caratteri grandi , si è scritta la traccia del suo discorso, vivace, attualissimo.  E lo svolge con calma, seguendo i fogli senza occhiali,  infastidita semmai soltanto  dall’impiccio del microfono.

Tutti noi numerosissimi e amorevoli che eravamo lì, ci siamo sicuramente consolati  nella speranza che un po’ di fortunata  attiva longevità  possa toccare anche a noi.

C’è stata anche occasione di  sorridere, perché a sorpresa Giovanna  ha avuto in dono  gli “orpelli” corrispondenti al decreto che l’ha nominata Cavaliere di Gran Croce della Repubblica. Orpelli che sono una grande e lunga fascia in azzurro e oro con fiocco , una grande stella luminosa, altra stella più piccola, altra spilla  per il bavero della giacca e ancora una  specie di bottoncino  Tutte cose concepite per uomini, magari alti e corpulenti.  Lei ci ride, se ne lascia addobbare, allegra e divertita. Forse  li sente anacronistici, così complicati con quegli antichi  luccichii, così distanti da quella semplice spilletta dell’ANPI che lei non dimentica mai.

Evviva, cara Giovanna. Ci rivedremo al prossimo numero cento.

Il prezioso amico, acuto e vulcanico, che oltre a consolare ti porge aiuto,  è Ascanio Celestini.

Mi permetto di chiamarlo amico, perché anche stavolta, come ha  fatto  in  altre occasioni, quando  mi vede tra il pubblico  trova il modo di salutarmi chiamandomi addirittura  per nome e cognome. Senza contare le belle dediche che mi regala.  Ascanio è un vulcano. Ogni  spazio tra le corsie della Feltrinelli  è stipato di amici che bevono i suoi racconti così campati in aria e così radicati nella terra del  presente. Apparentemente leggero  e paradossale, il suo ragionare e fare letteratura, così come il suo fare teatro o cinema, ha il potere quasi magico di  illuminarti la realtà.  Come quando diceva che la memoria serve a non dimenticare le chiavi di casa ma anche a cercare di non sbagliare nell’andare verso il futuro.  Ora che  ha parlato di storia,  ha trasportato Mazzini e  Silvio Pellico da quelle prigioni risorgimentali alle nostre prigioni e ai tanti  luoghi dove ancora si soffre e si lotta in modo antico e nuovo, per  ideali sempre uguali, alti e nobilissimi e sempre sfuggenti.

Mi ha consolato. Ci saremo ancora, nonostante delusioni e arrabbiature. Come dice Giovanna, si può andare in pensione dal lavoro, ma in pensione dagli ideali, mai.

 

Un pensiero su “Consolazioni

  1. Ciao Teresa, mi ero segnato il tuo blog in un incontro a Subaugusta. Ne è valsa proprio la pensa. E’ un piacere leggerti ma non avevo dubbi.
    Ti lascio con un saluto da blogger: happy blogging! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...